Site Loader

Tre giorni in Costa Azzurra: Nizza, Cannes e Mentone.

Questo è senz’altro uno dei periodi migliori per visitare la Costa Azzurra. I motivi sono tanti, prima di tutto non ci si scioglie al sole come accade tra luglio e agosto, la stagione è ancora bassa e le città non sono quindi invase dai turisti, i prezzi degli hotel, infine, sono ancora accettabili e alcuni magari addirittura convenienti.

Ma cosa visitare precisamente in Costa Azzurra? questa zona a Sud della Francia è famosa per le sue acque pulite, per i borghi dai mille colori, per la natura che avvolge le città. I luoghi da visitare sono tantissimi, al momento desiderio raccontarvi di tre posti in particolare: Nizza, Cannes e Mentone.

Ho passato circa tre giorni pieni in Costa Azzurra per fare un tour di queste tre città ed oggi vi racconterò cosa, dal mio punto di vista, merita assolutamente una visita approfondita.

Nizza

Costa Azzurra: Nizza
Costa Azzurra: Nizza

Nizza è stata la prima tappa dei miei tre giorni in Costa Azzurra, meta da visitare e comoda come base per raggiungere altre città della zona. Scelgo di consigliarvi quindi due hotel in particolare, in cui ho soggiornato in periodi diversi dell’anno. Il primo è l’Hotel Le Saint Paul, uno dei pochi con il parcheggio privato (indispensabile a Nizza se non si voglio spendere tanti soldi in parchimetri), in una posizione ottima. Il secondo è invece l’Evelia Hotel vicino alla stazione centrale, comodo quindi per chi arriva in città usando i mezzi, molto economico, non aspettatevi standard alti ma è comunque una base apprezzabile.

  • Per avere fin da subito un idea della città vi consiglio di dirigervi innanzitutto nel suo centro storico, caratterizzato da vicoli e stradine tortuose che nascondono al suo interno bar, pasticcerie, negozi tipici e artigianali. Anche in questa parte della Francia si trovano dei fantastici croissant con cui iniziare al meglio la giornata, approfittate quindi per una colazione in questo magnifico sfondo.
  • In una delle vie principali potete inciampare nel famoso mercato dei fiori, dove anche io che non ho per niente il pollice verde, sono caduta in tentazione e ho fatto degli acquisti. Il mercato si trova in Corso Saleya dal martedì alla domenica. Il lunedì è invece giorno del mercato dell’antiquariato.
  • In Piazza Rossetti potete invece trovare la Cattedrale di Santa Repata, con il suo elegante stile barocco e dedicata alla patrona della città. Se vi interessa sappiate che la festa del patrono è l’8 ottobre, proprio come a Firenze. La storia della patrona è molto particolare, la donna fu infatti una giovane martire ai tempi dell’imperatore romano Decio. Nizza pare aver scelto questa patrona proprio perché dopo essere stata uccisa, la Santa venne inserita su un’imbarcazione che approdò nella città francese, accompagnata dagli angeli. Ad oggi i resti della donna sono conservati nella Cattedrale.
  • Seconda tappa, fondamentale per chi non vedere l’ora di avvicinarsi al mare, è la Promenade des Anglais, adorata anche da chi ama fare sport all’aria aperta. Si tratta di un percorso sul lungomare di 7 km, ben attrezzato per i pedoni. Se invece volete solo fermarvi ad ammirare le acque cristalline, allora potete approfittare delle panchine blu. La Promenade ha inizio vicino al porto della città e si conclude all’aeroporto. Una chicca è che tale strada venne fatta costruire principalmente per fornire lavoro al gran numero di disoccupati nella prima metà dell’800. Ad oggi la Promenade viene utilizzata anche come base per eventi della città, un esempio è il famoso carnevale di Nizza.
  • Per non avere rimpianti di viaggio, ricordatevi di dirigervi anche presso la Cattedrale di S. Nicola, inaugurata nel 1912 per andare incontro alle esigenze della comunità russa presente sul territorio. La Cattedrale è infatti la più grande chiesa ortodossa al di fuori della Russia. Merita davvero una visita.
  • Se siete amanti dell’arte invece non potete non visitare anche il Museo di Matisse, nel quartiere di Cimiez. Il biglietto costa 10 euro. Matisse abitò fino alla sua morte a Nizza, tant’è che venne poi sepolto al cimitero di Cimiez. All’interno del museo è possibile avere una visuale di tutta la sua carriera artistica.
  • Infine, cercate un momento della vostra vacanza in cui vi sentite carichi e affrontate la salita per arrivare al Castle Hill. Non si tratta di niente di troppo impegnativo in realtà, ma con un pochino di sforzo potrete vedere scorci di panorama fantastici. Da qui vi è infatti la visuale più alta sulla città. Se arrivate a Nizza durante la bella stagione, questo è anche un luogo perfetto dove organizzare un pic nic. D’altronde vi troverete avvolti dalla natura. Non dimenticatevi di vedere la cascata caratteristica.
Costa Azzurra: cozze e patatine
Costa Azzurra: cozze e patatine

Per pranzare o cenare ci sono a disposizione tantissimi ristoranti sia nel centro storico sia sulla Promenade già citata. I prezzi purtroppo sono abbastanza alti, un consiglio è quello di concedervi però una delle specialità del posto: cozze e patatine fritte. Quasi tutti i ristoranti propongono questo piatto ad un costo fisso, le cozze possono essere sotto forma di impepata classica oppure con la panna. Io ho speso circa 25 euro, inclusa la bevanda e non me ne sono per niente pentita.

Cannes

Costa Azzurra: Cannes
Costa Azzurra: Cannes

Città particolare della Costa Azzurra, famosa sicuramente per il Festival del Cinema. Ho passato solo mezza giornata a Cannes e in realtà credo sia stato un tempo sufficiente. La città è sicuramente affascinante ma con una sola giornata riuscirete a visitarla in lungo e in largo.

  • Proprio come per la sua cugina Nizza, vi consiglio di iniziare dal centro storico e quindi dalla città vecchia, che meglio rappresenta lo spirito di Cannes. Scrivete quindi su google maps Le Suquet e perdetevi tra le viuzze e i negozi lussuosi ma anche caratteristici del posto. Se desiderate una visuale dall’alto e un panorama importante arrivate allora fino alla Torre Medioevale, alta 22 metri e perfetta per scattare foto ricordo. Preparatevi però a scalare 122 gradini.
    Infine, tappa da inserire prima di lasciare il quartiere, è senz’altro la chiesa gotica di Notre Dame de l’Espérance, in piazza De la Castre e conclusa nella sua costruzione nel 1641, dopo più di cento anni dal suo inizio. Nel mese di luglio potreste imbattervi nel festival delle Notti Musicali del Suquet.
  • Se a Nizza abbiamo parlato di Promenade, a Cannes non si può non citare la Boulevard de la Croisette, passeggiata sul lungo mare, fantastica sia di giorno sia di sera. In giornata potrete trovare aperti molti negozi di grandi marche, la sera invece potrete approfittare per un bel drink con la faccia rivolta al mare.
  • Proprio all’inizio ho citato il Festival del Cinema. Se l’argomento vi interessa vi consiglio allora una visita al Palais de Festival, sede appunto dell’evento a maggio di ogni anno. Il palazzo si può visitare tutto l’anno, tranne ovviamente nel periodo del festival poiché occupato. Quest’anno il festival compirà il 72esimo anniversario.

Per quanto riguarda i pranzi e le cene devo dire che non sono stata molto fortunata. Pur spulciando in tanti siti non sono riuscita a trovare dei ristoranti economici. Se decidete di pranzare/cenare in questa città mettete in conto una buona spesa. Io alla fine, colta da fame improvvisa e testarda, mi sono accontentata di una pizza poco appetitosa, evito quindi i consigli! Se invece conoscete dei posti da consigliarmi aggiornatemi nei commenti.

Mentone

Costa Azzurra: Mentone
Costa Azzurra: Mentone

Eccoci arrivati all’ultima tappa della nostra breve gita in Costa Azzurra. Essendo vicina al confine italiano, solitamente scelgo di visitare Mentone per ultima, nella giornata in cui poi proseguo per l’Italia. Devo dire che, seppur meno famosa rispetto a Nizza e a Cannes, Mentone riserva davvero delle fantastiche sorprese. Io ho trovato questa città stupenda: un vero e proprio piccolo gioiello.

Partiamo dal presupposto che a Mentone bisogna camminare! parcheggiate quindi la macchina (e ricordatevi di pagare il parchimetro) e addentratevi nelle strette vie della città.

  • Avviandovi verso il centro della città potrete innanzitutto trovare la Basilica di San Michele, in stile barocco e progettata da un architetto italiano nel 1619. La Basilica accoglie ogni agosto un Festival di Musica Classica. Ricordatevi però che è possibile visitarla al suo interno solo durante la settimana, nei giorni festivi e nei weekend è infatti chiusa. Da qui si può fare accesso al mare attraverso una rampa di scale, e pian piano raggiungere quindi il Porto Antico.
  • Mentone non è ricca di monumenti ma è sicuramente un paese dove vi è il semplice piacere di camminare e scoprire la bellezza delle cose semplici che vi circondano. In ogni caso per gli amanti dei musei consiglio il Musée des Beaux-Arts, ovvero il Museo delle Belle Arti, aperto dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 tutti i giorni tranne il martedì e i festivi.
  • Infine è doveroso consigliarvi una visita in almeno uno dei giardini per cui è famosa la città. Pubblici e gratuiti: Jardine Botanique Exotique du Val Rahmah, Jardin Fontana Rosa e Jardin du Palais de Carnolés. Privati ma comunque visitabili dai turisti: La Citronneraie,Les Colombieres, Le Clos du Peyronnet.

Devo dire che a Mentone ho trovato prezzi decisamente più bassi. Per questo ho deciso di informarmi e consigliarvi un hotel in cui soggiornare se siete alla ricerca del risparmio e dell’economicità. In particolar modo quindi vi invito a dare un’occhiata al Residence Chateauneuf. Il Residence offre appartamenti a basso prezzo con angolo cottura.

girogiromondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *