Site Loader

Dove andare in vacanza quest’estate? domanda che in molti si stanno facendo, forse anche un po’ in ritardo, perché si sa prima si prenota più si risparmia. Già qualche settimana fa vi ho consigliato alcune mete (CLICCA QUI) ma oggi ho deciso di aggiungerne altre due. Bando alle ciance quindi ed ecco qualche consiglio su dove passare una, o ancora meglio, due settimane di ferie quest’estate senza svenarsi.

Dove andare in vacanza? Paros: vacanze in Grecia risparmiando.

Dove andare in vacanza? Paros
Dove andare in Vacanza? Paros

Prima meta ideale per chi è alla ricerca di un mare cristallino, paesaggi mozzafiato e una buona dose di attività culturali.

Paros è un piccola isola greca ancora poco presa di mira dal turismo estivo che ha invece coinvolto altre splendide destinazioni come Mykonos o Santorini. Se guardando le foto vi sembrerà di aver già visto questi paesaggi, probabilmente è perché vi ricorda il film “Immaturi- il viaggio” che ha scelto come sfondo proprio questa meravigliosa isola.

Come arrivare a Paros?

Nella mia vacanza di qualche anno fa scelsi di non raggiungere l’isola tramite aereo bensì tramite traghetto. Questo per due motivi: 1. era più economico; 2. non esistono voli diretti per l’isola tant’è che spesso bisogna fare anche due scali.

Dove andare in vacanza?
Traghetto

Il mio consiglio è quindi quello di prendere un volo per Atene e da lì raggiungere l’isola con un traghetto (sono circa 4-5 ore di viaggio). Se siete fortunati e prenotate il più presto possibile potreste spendere davvero poco, solitamente gli aerei per Atene hanno dei prezzi molto abbordabili. Se soffrite il mal di mare e proprio non ce la potete fare a stare su un traghetto per più di un’ora, vi consiglio di arrivare in aereo a Mykonos e prendere sempre una nave da lì, il viaggio sarà più breve.

Per non perdervi davvero le bellezze dell’isola il mio consiglio è senz’altro quello di affittare un mezzo per girare comodamente in lungo e in largo. Durante il mio viaggio affittai un motorino alla modica cifra di 10 euro al giorno.

Spiagge ed altre attrazioni

Passiamo ora all’argomento principale, cosa fare in una vacanza a Paros? Prima di tutto iniziamo dalle fantastiche acque cristalline dell’isola. Quali sono le spiagge migliori? ne ho girate tante, quasi tutte, e tra queste ho deciso di consigliarvi vivamente le seguenti:

Dove andare in vacanza? Golden Beach
Golden Beach
  • Golden Beach: lunga circa un chilometro, questa spiaggia si presenta con un sabbia dorata ed è letteralmente l’ideale per gli appassionati di windsurf, ma non solo. Il fondale è basso e quindi adatto anche ai bambini. La spiaggia si presenta in parte libera e in parte attrezzata da lettini ed ombrelloni. Inutile dirvi che non vi è traccia di sporcizia nell’acqua, anzi. Sono presenti alcuni chioschi e baretti dove pranzare e al suo ingresso vi è un ampio parcheggio dove lasciare auto o moto.
  • Kolimbitres: una delle spiagge più conosciute dell’isola, caratterizzata da imponenti formazioni di granito che la rendono unica e speciale. Siamo in Grecia e quindi non può mancare una leggenda rispetto a questo: si dice infatti che tali formazioni siano i titani rimasti colpiti e poi pietrificati da Zeus. Anche in questo caso è possibile parcheggiare la macchina facilmente, e vi è la possibilità di scegliere tra l’acquisto di un lettino-ombrellone o l’opzione libera.
  • Pounda: se siete alla ricerca del divertimento questa è sicuramente la scelta più adeguata. In questa spiaggia le feste iniziano nelle prime ore del pomeriggio e continuano per tutta la giornata. Disseminata da locali con musica e tutti i benefit che possono concedere, è perfetta per i più giovani, un po’ meno per chi cerca tranquillità e pace.
Dove andare in vacanza? Kolimbitres
Dove andare in vacanza? Kolimbitres

Andare a Paros e fare solo il giro delle principali spiagge è davvero un peccato mortale. Ecco quindi qualche idea per delle gite con cui spezzare la routine hotel-spiaggia:

  1. Antiparos: Sorella di Paros, Antiparos è una piccola isola raggiungibile molto facilmente con battelli e traghetti, conosciuta per il suo stile hippie e per gli artisti che la rendono così caratteristica. Io ho scelto di girare questo gioiellino in moto, lo stesso affittato per Paros e fatto poi traghettare. Il mio consiglio è quello di perdervi per le viuzze di questa città e godere dei panorami mozzafiato, ad esempio raggiungendo la piazza centrale.. Sicuramente un pezzo forte di Antiparos sono le grotte, accessibili a poco prezzo e caratterizzate da stalattiti enormi.
  2. Marathi: altro diversivo alla classica routine è quello di visitare questo piccolo paesino, conosciuto per le sue cave di marmo. Le stesse da cui poi sono state prodotte opere artistiche di grande fama. Non troppo lontana da Marathi si trova inoltre la famosa Valle delle Farfalle, ricca di vegetazione e perfetta per chi vuole immergersi nella natura incontaminata.
  3. Naoussa: Se non è il luogo in cui avete scelto di alloggiare, non dimenticatevi di provare una serata a Naoussa, una delle città principali dell’isola. Ricca di ristoranti, locali e pub è un luogo meraviglioso dove passare le ultime ore della giornata, sia per una cena tipica sia per fare un semplice giro dei mercatini che in estate spopolano tra le viette.
Antiparos
Dove andare in vacanza? Antiparos
Dove dormire?

In maniera breve e coincisa vi posso consigliare due zone ben adatte al risparmio e comode per girare il resto dell’isola: Piso Livadi e Naoussa. In questi due piccoli borghi potete infatti trovare residence, B&B e Hotel a basso prezzo, le stesse strutture sono solite noleggiare motorini a costi davvero irrisori.

Booking.com

Dove andare in vacanza? Sardegna: L’isola più cara in versione low cost.

Si può fare una vacanza in Sardegna senza spendere centinaia e centinaia di euro? la risposta è si, io l’ho fatto ed andando anche in una delle città principali dell’isola.

Dove andare in vacanza? Sardegna
Dove andare in vacanza? Sardegna

Oggi vi parlo quindi di Alghero e dell’opportunità di fare almeno una settimana di vacanza senza ritornare a casa con il portafoglio vuoto.

Come arrivare ad Alghero?

La Sardegna si sa è molto costosa, tuttavia con un buon anticipo sulle prenotazioni la storia può cambiare, ve lo assicuro io che ho passato la settimana di ferragosto ad Alghero, prenotando un bilocale tramite Booking a due passi dal centro e dal mare.

Booking.com

L’opzione migliore per raggiungere la città è senz’altro l’aereo, d’altronde Alghero ha un suo aeroporto che si trova a soli 10 chilometri dal centro cittadino. Altra soluzione, per chi magari desidera portare con sé la macchina, è quella di traghettare fino a Porto Torres e poi guidare per circa 48 chilometri.

Alghero è comunque, fortunatamente, una città che non richiede l’utilizzo obbligatorio di un mezzo di trasporto privato per muoversi. La città è molto turistica ed è quindi organizzata per garantire a tutti i turisti la scoperta delle sue bellezze. Per quanto riguarda le spiagge, ad esempio, potete comodamente affidarvi al Beach Bus, della linea Cattogno Bus. Questo significa che dal 15 maggio al 15 ottobre c’è a disposizione un pullman che collega la città di Alghero con tutte le spiagge dentro e fuori il paese. Il costo è di 5 euro giornalieri con un numero illimitato di corse.

Spiagge ed altre attrazioni

Perché fare una vacanza ad Alghero? le motivazioni effettivamente sono tante e questa volta inizierò parlandovi delle attrazioni principali.

  1. Centro città: Iniziamo quindi con un tour all’interno delle cinte murarie della città dove perdersi tra i negozi e i ristoranti tipici della zona. Essendo un paese ricco di storia si possono fare dei veri e propri tour guidati. Rimane comunque l’opzione più economica del girare in autonomia, ad esempio iniziando dalla maestosa Cattedrale di Santa Maria, nel pieno centro e simbolo della città. Il costo per accedere è di 5 euro ed è aperta tutti i giorni della settimana tranne la domenica e il mercoledì. Sempre nel centro di Alghero vi consiglio una spassosa gita al suo Acquario, l’unico ad ospitare in Italia il Pesce Pietra. Il costo per l’ingresso è di 6 euro. Infine, prendetevi dei minuti preziosi per una passeggiata tra i Bastioni e le Torri sul lungo mare Marco Polo.
  2. Grotte di Nettuno: Una meta splendida per grandi e piccini ad un costo purtroppo un po’ alto: 13 euro per gli adulti. Nonostante richieda un investimento sul portafoglio e una buona dose di fatica fisica (se decidete di entrare tramite la scalinata- 656 gradini) non posso non consigliarvi le famose grotte. Sono tra le più grandi in Italia e anche queste possono essere raggiunte tramite il Beach Bus (ultima fermata). Le Grotte di Nettuno si trovano a Capo Caccia, ovvero a 24 chilometri da Alghero. Nelle vicinanze gli appassionati di immersioni possono sperimentarsi all’interno della Grotta di Nereo.
  3. Complesso Nuragico di Palmavera: a soli 12 chilometri della città potete invece trovare un complesso nuragico, ovvero delle costruzioni in pietra tipiche del territorio sardo. In questo caso si tratta dei resti di un vero e proprio villaggio. Il costo è di 6 euro e durante l’estate è possibile fare accesso tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00.
Grotte di Nettuno
Grotte di Nettuno

Continuiamo ora con qualche spiaggia, inutile negare che se visiterete Alghero nei periodi di alta stagione farete molta fatica a trovare luoghi isolati e tranquilli, ciò nonostante le sue spiagge non perdono comunque il loro fascino.

Dove andare in vacanza? Alghero
  • Spiaggia delle Bombarde: Nella riviera del Corallo non è difficile trovare zone con un mare incontaminato, la spiaggia delle Bombarde è senz’altro una di quelle più amate. E’ raggiungibile dal centro città anche attraverso una pista ciclabile e al suo interno possiede tutto ciò che si può desiderare: zona libera e zona attrezzata, sabbia fine e bianca, una pineta per rifugiarsi dal sole e tanti bar dove pranzare.
  • Spiaggia di Mugoni: adatta particolarmente per chi cerca qualcosa di meno turistico poiché meno conosciuta. La spiaggia Mugoni permette un fantastico panorama su Capo Caccia ed è particolarmente adatta ai bambini grazie al suo fondale basso e alla pineta che la precede.
  • Cala Dragunera: Chi desidera fare un tuffo in mare dopo aver visitato le Grotte di Nettuno può invece approfittare di questa piccola caletta, talmente piccola che si rischia però di non trovare posto. Nonostante questo dettaglio, Cala Dragunera è famosa per le sue acque cristalline e per la possibilità di avvistare pesci e pescioloni facendo snorkeling.
Dove andare in Vacanza? spiagge Alghero

Queste sono quindi le mie preferite e quelle che ho deciso di sintetizzare per non dilungarmi troppo, tuttavia se avete il tempo di continuare la scoperta delle spiagge vi consiglio di fare un salto anche a la spiaggia del Lazzaretto, con una serie di calette favolose e poco dopo la spiaggia delle Bombarde; il Lido S. Giovanni, praticamente in centro città e quindi comoda per una giornata in cui non ci si vuole allontanare; la Spiaggia di Porticciolo, dominata da una torre e da una natura incontaminata. Per accedervi bisogna infatti faticare un pochino nella discesa e nell’accesso al mare, prevalentemente scoglioso.

Se siete alla ricerca di altre mete per l’Estate 2019 CLICCATE QUI

girogiromondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *